Concorso per dirigenti scolastici: prime coordinate per la prova scritta

Superato il primo step della procedura concorsuale – prova selettiva ad alto tasso di impegno mnemonico – gli 8.736 candidati superstiti dovranno a breve cimentarsi nella prova scritta. essa, come sappiamo, comprende 5 quesiti a risposta aperta sulle aree tematiche indicate nel DM 138/2017, oltre ai 2 quesiti in lingua straniera articolati in domande a risposta chiusa e volti a verificare il livello di padronanza della lingua prescelta. In questo breve articolo mi soffermo sui quesiti a risposta aperta allo scopo di fornire qualche utile consiglio per la preparazione. Una prima immediata riflessione riguarda la difficoltà di questa prova che non implicherà grandi sforzi di ritenzione a breve termine, ma richiederà abilità di sintesi concettuale. La risposta aperta a ciascun quesito, difatti, non potrà superare probabilmente le 1500/2000 battute e richiederà al candidato di delineare, indicare, esplicitare, riferire, descrivere, schematicamente e per linee essenziali azioni professionali, modalità di coordinamento, profili organizzativi, caratteristiche di documenti, aspetti essenziali di aree di intervento, fasi principali di iter procedurali, processi e azioni professionali specifiche, riconducibili alle aree tematiche previste. Le ricordiamo: ordinamenti e riforme in atto, programmazione, gestione e valutazione delle ISA, pratiche inclusive e ambienti di apprendimento, programmazione finanziaria e attività negoziale, gestione delle risorse e modelli organizzativi, valutazione a più livelli … elementi di diritto e responsabilità tipiche del dirigente scolastico. Da dove cominciare?  Coordinata n.1: rivedere complessivamente (e con strategie di lettura selettiva) gli aspetti principali delle aree tematiche (commenti, documenti e norme alla mano!). Per i corsisti che hanno seguito i miei laboratori: riprendete i vostri appunti delle narrazioni riferite alle cornici (riforme PA e riforme ordinamenti  – quarta stagione) e i quadri colorati a) blu: la scuola che include – l’istanza a più livelli; b) verde: la scuola che sceglie – la pianificazione a più livelli; c) turchese: la scuola che si organizza – teorie e modelli organizzativi; d) arancione: la scuola che riflette – la valutazione a più livelli. Domandona: a che punto è il vostro faldone ad anelli? I “colori” (aree tematiche) e “i fili” le azioni professionali ci serviranno nei prossimi laboratori di scrittura breve. Coordinata n.2:organizzare le informazioni – i concetti essenziali per ciascuna area tematica utilizzando gli strumenti concettuali che preferite ( suggerisco le mappe o i grappoli di concetti) preparando quadri concettuali con temi – concetti (ordinati per rilevanza e ampiezza) e relativi link (segnate nel quadro riferimenti fondamentali a norme, documenti, citazioni brevi. Coordinata n.3: Ideare un quesito generale e uno specifico per ciascun tema-concetto fondamentale rispetto al quale prevedete un’apertura tecnica (con riferimento a norma o documento o teoria) e, sempre, le azioni professionali del dirigente scolastico (indirizza, promuove, cura le relazioni con … coordina, dà impulso a … e media modelli, organizza o gestisce le risorse …imputa somme, cura attività negoziale, promuove la riflessione, assicura la gestione unitaria  …attiva le relazioni sindacali ecc ecc. ecc. ….Non sarebbe male preparare un ventaglio di frasi già limate e “asciutte” su aspetti trasversali o comunque ricorrenti. Coordinata n.4:: Lavorare insieme ad altri candidati: il lavoro cooperativo è la strategia più efficace per il successo! Vi aspetto in giro per l’Italia … prima tappa Frosinone e poi Sardegna, Sicilia …. ecc ecc 🙂

Antonia Carlini

 

 

Concorso per dirigenti scolastici: prime coordinate per la prova scrittaultima modifica: 2018-07-26T18:34:38+02:00da learninggroup
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento